Seminiamo per l'Africa

Categoria Sud del Mondo

Categoria Sud del Mondo

sostenuto da/supported by

Cannamela

Chi siamo

Kenya

I Volontari

  • Home
  • cannamela progetto benefico

Posts Taggati ‘cannamela progetto benefico’

Seminiamo_Cannamela_Giumenta_2017_WEB-779x174

La giovenca della scuola

La giovenca della scuola ha avuto qualche problema di salute, ma ora sta bene: due visite del veterinario hanno risolto la situazione. La malattia ha causato un calo nella produzione di latte, ma la scuola è comunque riuscita a ricavare 35 euro circa dalla vendita della quantità munta. Per l’anno prossimo si spera che la cifra possa raddoppiare o triplicare. Il vitello non ha risentito particolarmente della mancanza di latte: nell’ambito del progetto agricolo abbiamo infatti piantato erba Napier, che garantisce un’eccellente controllo dei parassiti e rappresenta un’ottima fonte di cibo per l’animale.

Il risultato è che il vitello ha superato i 60 kg di peso ed essendo maschio, sarà probabilmente venduto per la macellazione agli inizi del 2017. La giovenca, ora in piena salute, è stata inseminata artificialmente la settimana scorsa. La speranza è che nasca una femmina: questo permetterà alla scuola di allargare la mandria e aumentare la produzione di latte.

Con la vendita del manzo, la scuola riuscirà a pagare tutte le spese veterinarie e la nascita di un’eventuale femmina dovrebbe garantire la sostenibilità del settore “bestiame” del progetto agricolo entro la fine del 2017.

Elisa Cirone parla della giovenca con il responsabile degli insegnanti agricoli, Mr. John, all’ombra della semplice stalla che abbiamo costruito.

Mr. John lavora sodo ed è pagato dalla scuola, non dal governo. Attualmente sta cercando fondi per ottenere le abilitazioni formali all’insegnamento. Se ci riuscirà, sarà il governo a farsi carico del suo stipendio.

 

Seminiamo_Cannamela_Giumenta_2017_WEB-878x460

Seminiamo_Cannamela_vivaio_WEB-779x174

Il vivaio

Per la scuola, il modo più conveniente di coltivare piantine consiste nell’ottenerle direttamente dalle sementi. Per usufruire di efficienti operazioni di vivaio è infatti necessaria almeno un’ora d’auto. Alcune piante non possono essere ottenute da semente, ma devono essere acquistate innestate. Per procurarsi alberelli da frutta, ad esempio, possono volerci tre ore di viaggio.

Nel 2016 sono state coltivate oltre 7.000 piantine e gli alberelli da frutta acquistati e successivamente coltivati a scuola sono stati così apprezzati, che il vivaio ha esaurito l’intera scorta. Il lato positivo è che la scuola si è così assicurata un buon introito, quello negativo è che non è rimasto più nulla da vendere. Entro la fine dell’anno pianteremo numerosi alberelli da frutta destinati sia alla scuola che alla comunità locale.

Roger spiega ai membri del consiglio scolastico e agli insegnanti la necessità di mantenere sempre buone scorte di tutto il materiale da vivaio, per fare fronte alle richieste dei clienti.

Naturalmente, non avevamo idea del successo che il progetto agricolo avrebbe riscontrato. Il primo anno abbiamo quindi deciso di non piantare troppi alberi, per limitare le perdite causate della mancanza di acqua.

 

Seminiamo_Cannamela_vivaio_WEB-878x460_2

 

Seminiamo_Cannamela_vivaio_WEB-878x460_1