Seminiamo per l'Africa

Categoria Sud del Mondo

Categoria Sud del Mondo

sviluppato da/developed by

Cefa

sostenuto da/supported by

Cannamela

Chi siamo

Kenya 2015

I Volontari

Dona ora

  • Home
sciopero insegnanti ogongo

Lo sciopero degli insegnanti

Negli ultimi mesi la raccolta fondi della scuola di Ogongo ha risentito fortemente dello sciopero nazionale degli insegnanti. Per tanti anni i docenti sono stati sottopagati e così il Governo aveva promesso un aumento di stipendio del 30% a partire dall’inizio dell’anno.
Nonostante i molti sforzi perché l’aumento fosse pagato, poco tempo fa le autorità locali da una parte all’altra del Paese hanno però fatto marcia indietro, dicendo di non avere i fondi per pagare queste somme.

Gli insegnanti sono quindi andati in sciopero per quasi 6 settimane alla fine delle quali il Governo ha accettato di trovare i fondi.
Per tutto il periodo infatti gli alunni non hanno potuto frequentare la scuola e quindi non hanno pagato le rette scolastiche, che rappresentano uno dei principali fondi per lo sviluppo della scuola.

Se ci soffermiamo per un attimo sui salari vigenti per gli insegnanti possiamo facilmente capire le ragioni di questo sciopero.
A Ogongo un insegnante Junior guadagna circa 28 sterline al mese e un insegnante Senior circa 45. Anche con il 30% di aumento non riuscirebbero ad avere un buon reddito. Soprattutto gli insegnanti Junior che attualmente sono appena sopra la soglia di povertà (guadagnano 1,40 sterline al giorno).

 

 

dormitorio crescita

Il dormitorio continua a crescere

Oggi il nostro volontario Roger ci aggiorna sulla crescita del dormitorio.

“La costruzione dello stabile del dormitorio è stato un viaggio lungo ma pieno di soddisfazioni. Abbiamo affrontato tantissime sfide: la scarsa qualità del terreno, la mancanza di materiale da costruzione e molte altre… ma finalmente posso dirvi che l’edificio è stato ispezionato dalle autorità amministrative ed è stato approvato.

La gente di Ogongo è contentissima e allo stesso tempo incredula. Non fa altro che ripetermi quanto sia stato tutto così veloce!
Per loro infatti è raro veder portare a termine un progetto… spesso ricevono finanziamenti per nuove attività ma il più delle volte queste vengono sospese per mancanza di soldi.

Negli ultimi 3 mesi abbiamo fatto altre modifiche al dormitorio. 
Per prima cosa abbiamo completato la tettoia alla fine dell’edificio. Subito dopo abbiamo deciso di accogliere la Direttrice del dormitorio nello stabile stesso, così quella che doveva essere una semplice tettoia è presto diventata una camera da letto e un’area dove le ragazze possono stirare il loro bucato.

I ragazzi hanno aiutato a portare fuori i vecchi letti a castello e a trasportarli fino all’officina del fabbro locale, Ken, che dista meno di un chilometro dalla scuola. Qui i letti a castello sono stati riparati e modificati per poter accogliere più ragazze.

Da 48 posti letto siamo passati a 72 e questo significa che la meta (94 posti letto) è davvero vicina!
Oltre a raccogliere fondi per gli ultimi letti stiamo cercando di risparmiare risorse anche per le lenzuola e i materassi ancora necessari.
È bello vedere che il dormitorio sta prendendo forma, ma ancora di più vedere la gioia delle ragazze. 
Tutte loro sono entusiaste per il tanto spazio a disposizione. Hanno più spazio per dormire, più spazio per studiare, più spazio per la lettura.
Ma soprattutto hanno più tempo e possono finalmente frequentare le attività extra scolastiche, fare sport e aderire al Club Agricoltura.”

A presto,
Roger